Indice del forum Orchidee in casa
Il Forum degli Orchibalconauti
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

bollettino di guerra...
Vai a Precedente  1, 2
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Orchidipartite
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Gen 16, 2018 5:06 pm    Oggetto: Ads

Top
Laelius
Orchidelirante


Registrato: 25/09/08 21:13
Messaggi: 322
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Dom Ago 30, 2009 10:38 am    Oggetto: Rispondi citando

Ho trovato qui nel forum una dissertazione interessante su funghi e affini: metto il link e poi aggiungo anche una specie di sunto, che magari può essere utile, non si sa mai


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il mancozeb potrebbe andare come preventivo, ma in caso di infezione in atto non serve. Preventivo significa che non penetra nella pianta ma appunto che agisce in superficie per contatto, allora il fungo quando si deposita sulla superficie vegetale si fulmina, ma se l'infezione è interna non arriva a toccarla
Da usare è un prodotto citotropico oppure sistemico che agisca sul fungo dall'interno, ma i problemi sono:
a) capire quale prodotto possa funzionare, il che potrebbe sembrare una banalità, ma in realtà quella sintomatologia può essere causata da diverse specie di funghi, non tutte sensibili agli stessi principi attivi;
b) reperire il prodotto in commercio, perchè moltissimi agrofarmaci sistemici non sono di libera vendita;
c) qualora si trovasse, bisogna attrezzarsi per trattare ad intervalli regolari per lunghi periodi (minimo 3-4 mesi se va bene), in quanto sono infezioni dure da debellare e si possono frequentemente ripresentare.
In genere si tratta di patologie piuttosto contagiose su specie appartenenti allo stesso genere o alla stessa famiglia della pianta colpita ma non molto su specie meno imparentate, tuttavia è meglio essere vigili e guardare regolarmente tutte le piante, perchè il fungo, se molto aggressivo, può anche uccidere le piante: molti anni fa un mio amico, per un malanno analogo, ne ha perse oltre un centinaio delle quattrocento che aveva allora

io darei poltiglia bordolese alle foglie e innaffierei anche un tantino.

Mai comprato ad esempio previcur, io uso solo, poltiglia, zolfo, antioidici sistemici ed aliette. Sono stata solo fortunata in ormai 4 anni?

nel caso li trovassi, io userei (indico i principi attivi): dithianon, carbendazim, tiofanato-metile e procloraz (quest'ultimo in alcuni formulati di libera vendita).

Forse attivi: dodina, procimidone, gli IBS (come penconazolo, miclobutanil ecc.), azoxistrobin (che credo costi un bel po').
Coadiuvante utile (ma da solo non fa nulla) il fosetil-alluminio (es. Aliette), ancora più utile come aiuto l'acibenzolar-s-methyl (nome commerciale Bion 50 WG), attivo anche contri i batteri: ma costa un'esagerazione...

Usa i prodotti a dose alta (anche più della dose d'etichetta) per 2 volte a distanza di 4-5 giorni, poi ogni 12-15, molto meglio se in miscela tra di loro.
I prodotti che ho usato io (i primi indicati, più dodina, Aliette ed il Bion 50 WG) sulle mie piante non hanno manifestato problemi di fitotossicità anche in miscele di 4 prodotti insieme.

Insieme ai prodotti sistemici è molto utile miscelare un prodotto contenente azoto (sotto forma di peptoni o amminoacidi: Sinergon, Siapton o roba simile) per facilitarne l'assorbimento e calcola che per essere sicuri dello stesso il trattamento deve persistere sulle piante per almeno 6 ore: forse basta meno, ma considera questo tempo prima di bagnare o nebulizzare.

Infine, non è sbagliato intervenire con i prodotti di copertura, ma se non tratti ogni 5-7 giorni non mantieni le piante coperte e, alla lunga, il mancozeb potrebbe essere fastidioso per le vegetazioni più giovani o per piante più sensibili al prodotto (che non so queli siano, ma in decine di migliaia qualcuna c'è di certo

Le batteriosi non sono così: sono particamente sempre acquose (al margine della "macchia" in modo evidente) e le macchie poi quasi sempre non cambiano colore.
poi, le batteriosi sono piuttosto rare nelle orchidee (paphio esclusi, ma sono forme quasi esclusive di quelle piante, con sintomi diversi) e non sono così contagiose...
Comunque funghi veloci anche più delle batteriosi ce ne sono: basti pensare alle infezioni da Phytium, che tra l'altro ha sintomi analoghi ad una batteriosi

la sintomatologia è abbastanza simile tra i funghi agenti delle maculature fogliari (solo il Colletotrichium gloeosporioides è relativamente sempilce da riconoscere); in aggiunta, poi, spesso anche nella stessa specie si selezionano ceppi che danno sintomi leggermente diversi tra loro.
In ogni caso, generalmente con un mix di prodotti citotropici-sistemici (quelli che ti ho indicato) si riesce a venire a capo dell' infezione, anche se ci vuole pazienza...

mix di: dodina, previcur e fosetyl Al

_________________
Laelius
Top
Profilo Invia messaggio privato
marianna
Orchidelirante


Registrato: 18/06/08 21:58
Messaggi: 1059
Residenza: firenze

MessaggioInviato: Dom Ago 30, 2009 12:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

grazie Laelius...il tuo lavoro d'archivio sarà sicuramente di ausilio per chi avrà analoghi problemi in futuro!
ma per quanto mi riguarda ormai credo di aver letto tutti i posts esistenti in rete su questi argomenti,compreso questo,in cui il buon Ronin suggeriva principi attivi a cui purtroppo non posso avere accesso (non ho il patentino ahimè).
il cocktail fosetil-previcur-dodina è stato il primo che ho provato.Risultati nulli.
Nella mia esperienza,fin'ora l'unica cosa che ha rallentato l'espansione è sato il rame.(grazie Francesco!) Forse non ho fatto abbastanza trattamenti?Credevo che due l'anno bastassero...
Stamattina ho trovato una macchia nuova sul P. bellatulum...e solo 4 giorni fa avevo fatto l'ennesimo trattamento con dodina +bitertanolo!!!
Sconsolata,ho tagliato a malincuore la foglia (è una nuova vegetazione con sole due foglie) ed ho di nuovo passato il rame su tutte...
Da domani inizia la caccia al mancozeb+penconazolo: proprio perchè grazie a ronin sapevo che il mancozeb era un preventivo,ho pensato di usarlo in associazione al penconazolo,un fungicida ad ampio spettro che invece penetra nella foglia,e naturalmente il tutto insieme ad un po' di Sinergon,per facilitare la penetrazione translaminare.
Ma sono veramente stanca...
Laelius,ma tu stai facendo trattamenti?Dai,non lasciarmi a combattere da sola... Crying or Very sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Laelius
Orchidelirante


Registrato: 25/09/08 21:13
Messaggi: 322
Residenza: Padova

MessaggioInviato: Dom Ago 30, 2009 8:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

Carissima Marianna, l’unico antifungino che ho usato (da ferragosto) è proprio mancozeb+penconazolo (COMPO Anticrittogamico PB, l’ho trovato al Brico); ora penso di alternare con poltiglia bordolese non colorata (che ho trovato nel sito Baumaux). Però i veri e propri interventi risolutivi sono stati quelli di prendere le piante malconce e infilarle nel sacchetto della spazzatura.
Dopodiché, l’intervento positivo è stato un bell’ordine da NeC di piante fiorite, che ora stanno magnificamente sbocciando.

Per combattere i funghi, credo sia giusto quello che ha scritto Ronin e cioè che «bisogna attrezzarsi per trattare ad intervalli regolari per lunghi periodi (minimo 3-4 mesi se va bene), in quanto sono infezioni dure da debellare e si possono frequentemente ripresentare». Insomma pazienza, pazienza e pazienza.
Ma, sinceramente, non credo di voler dedicare tanta pazienza a un passatempo, che per me deve essere anche rilassante (oltre che eccitante); la pazienza preferisco riservarla al lavoro e ad altre attività continuative, non agli svaghi più o meno saltuari. E’ da un anno che mi sto dedicando alle orchidee: è stato bello!

_________________
Laelius
Top
Profilo Invia messaggio privato
rita
Amico


Registrato: 24/05/09 17:22
Messaggi: 18
Residenza: Firenze

MessaggioInviato: Mar Set 01, 2009 8:08 pm    Oggetto: Rispondi citando

Carissima Marianna

Non sei da sola...
Come sai anch'io, improvvisamente ho quatto phal colpite probabilmente da funghi , e non erano nell'orchidario ma in casa ..
Facci sapere se il nuovo prodotto ha effetti positivi .
Sulle mie ho usato una miscela di macozeb e aliette e siccome una delle piante sembra essere colpita da una batteriosi, come ultima risorsa, sulle foglie che ho tolto ho messo una spruzzata di cicatrene
.
Ho iniziato solo da qualche giorno e per ora la situazione è ferma ma da quello che riporta Laelius mi sembra che la mia non sia la soluzione definitiva
Ciao Rita
Top
Profilo Invia messaggio privato
marianna
Orchidelirante


Registrato: 18/06/08 21:58
Messaggi: 1059
Residenza: firenze

MessaggioInviato: Mar Set 01, 2009 8:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

Rita,tesoro,se la situazione è ferma hai già fatto un grosso passo avanti...questi attacchi fungini progrediscono a velocità pazzesche!Secondo quanto ho letto in rete nelle mie insonni notti il Mancozeb ha risolto un sacco di problemi.Quindi non disperare,non ancora almeno...
io devo ancora trovare il nuovo prodotto,purtroppo il lavoro non mi da tregua con orari impossibili...aggiorno appena riesco a reperirlo.
Intanto tratterò con rame una volta a settimana.Sono tanto fiduciosa in questo antico (e poco tossico) rimedio!!!E tu sai perchè... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
marianna
Orchidelirante


Registrato: 18/06/08 21:58
Messaggi: 1059
Residenza: firenze

MessaggioInviato: Lun Set 07, 2009 1:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Trovato mancozeb e trovato penconazolo.
Tutti e due associati al rame.O guariscono,o muoiono di fungicida....
Oppure le ammazzo io. Mr. Green
Top
Profilo Invia messaggio privato
dilia
Orchidelirante


Registrato: 15/11/08 20:01
Messaggi: 2343
Residenza: AOSTA

MessaggioInviato: Lun Set 07, 2009 4:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

incrociamo tutto!!!!

_________________
Dilia

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
marianna
Orchidelirante


Registrato: 18/06/08 21:58
Messaggi: 1059
Residenza: firenze

MessaggioInviato: Lun Set 07, 2009 9:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie Dilietta!
Top
Profilo Invia messaggio privato
rita
Amico


Registrato: 24/05/09 17:22
Messaggi: 18
Residenza: Firenze

MessaggioInviato: Lun Set 07, 2009 9:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

Dai , vedrai che è la ricetta giusta per far fuori il maledettissimo fungo....

Come dicie Dilia " Incrociamo tutto !!!!!!!"
Facci sapere .
Rita
Top
Profilo Invia messaggio privato
marianna
Orchidelirante


Registrato: 18/06/08 21:58
Messaggi: 1059
Residenza: firenze

MessaggioInviato: Mar Set 08, 2009 2:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

E un grazie anche a te Rita!
Top
Profilo Invia messaggio privato
moria0672
Orchidelirante


Registrato: 26/07/06 08:25
Messaggi: 397
Residenza: Alano di Piave (BL)

MessaggioInviato: Lun Lug 30, 2012 10:41 am    Oggetto: Cercospora Rispondi citando

Laelius ha scritto:
Ho trovato qui nel forum una dissertazione interessante su funghi e affini: metto il link e poi aggiungo anche una specie di sunto, che magari può essere utile, non si sa mai


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il mancozeb potrebbe andare come preventivo, ma in caso di infezione in atto non serve. Preventivo significa che non penetra nella pianta ma appunto che agisce in superficie per contatto, allora il fungo quando si deposita sulla superficie vegetale si fulmina, ma se l'infezione è interna non arriva a toccarla
Da usare è un prodotto citotropico oppure sistemico che agisca sul fungo dall'interno, ma i problemi sono:
a) capire quale prodotto possa funzionare, il che potrebbe sembrare una banalità, ma in realtà quella sintomatologia può essere causata da diverse specie di funghi, non tutte sensibili agli stessi principi attivi;
b) reperire il prodotto in commercio, perchè moltissimi agrofarmaci sistemici non sono di libera vendita;
c) qualora si trovasse, bisogna attrezzarsi per trattare ad intervalli regolari per lunghi periodi (minimo 3-4 mesi se va bene), in quanto sono infezioni dure da debellare e si possono frequentemente ripresentare.
In genere si tratta di patologie piuttosto contagiose su specie appartenenti allo stesso genere o alla stessa famiglia della pianta colpita ma non molto su specie meno imparentate, tuttavia è meglio essere vigili e guardare regolarmente tutte le piante, perchè il fungo, se molto aggressivo, può anche uccidere le piante: molti anni fa un mio amico, per un malanno analogo, ne ha perse oltre un centinaio delle quattrocento che aveva allora

io darei poltiglia bordolese alle foglie e innaffierei anche un tantino.

Mai comprato ad esempio previcur, io uso solo, poltiglia, zolfo, antioidici sistemici ed aliette. Sono stata solo fortunata in ormai 4 anni?

nel caso li trovassi, io userei (indico i principi attivi): dithianon, carbendazim, tiofanato-metile e procloraz (quest'ultimo in alcuni formulati di libera vendita).

Forse attivi: dodina, procimidone, gli IBS (come penconazolo, miclobutanil ecc.), azoxistrobin (che credo costi un bel po').
Coadiuvante utile (ma da solo non fa nulla) il fosetil-alluminio (es. Aliette), ancora più utile come aiuto l'acibenzolar-s-methyl (nome commerciale Bion 50 WG), attivo anche contri i batteri: ma costa un'esagerazione...

Usa i prodotti a dose alta (anche più della dose d'etichetta) per 2 volte a distanza di 4-5 giorni, poi ogni 12-15, molto meglio se in miscela tra di loro.
I prodotti che ho usato io (i primi indicati, più dodina, Aliette ed il Bion 50 WG) sulle mie piante non hanno manifestato problemi di fitotossicità anche in miscele di 4 prodotti insieme.

Insieme ai prodotti sistemici è molto utile miscelare un prodotto contenente azoto (sotto forma di peptoni o amminoacidi: Sinergon, Siapton o roba simile) per facilitarne l'assorbimento e calcola che per essere sicuri dello stesso il trattamento deve persistere sulle piante per almeno 6 ore: forse basta meno, ma considera questo tempo prima di bagnare o nebulizzare.

Infine, non è sbagliato intervenire con i prodotti di copertura, ma se non tratti ogni 5-7 giorni non mantieni le piante coperte e, alla lunga, il mancozeb potrebbe essere fastidioso per le vegetazioni più giovani o per piante più sensibili al prodotto (che non so queli siano, ma in decine di migliaia qualcuna c'è di certo

Le batteriosi non sono così: sono particamente sempre acquose (al margine della "macchia" in modo evidente) e le macchie poi quasi sempre non cambiano colore.
poi, le batteriosi sono piuttosto rare nelle orchidee (paphio esclusi, ma sono forme quasi esclusive di quelle piante, con sintomi diversi) e non sono così contagiose...
Comunque funghi veloci anche più delle batteriosi ce ne sono: basti pensare alle infezioni da Phytium, che tra l'altro ha sintomi analoghi ad una batteriosi

la sintomatologia è abbastanza simile tra i funghi agenti delle maculature fogliari (solo il Colletotrichium gloeosporioides è relativamente sempilce da riconoscere); in aggiunta, poi, spesso anche nella stessa specie si selezionano ceppi che danno sintomi leggermente diversi tra loro.
In ogni caso, generalmente con un mix di prodotti citotropici-sistemici (quelli che ti ho indicato) si riesce a venire a capo dell' infezione, anche se ci vuole pazienza...

mix di: dodina, previcur e fosetyl Al


Letto questo interessante thread....nello specifico per combattere un' infezione diffusa da Cercospora come vi comportereste? A disposizione poltiglia bordolese (già neutralizzata) e Alliette (fosetil alluminio). Sono benvenuti dosaggi per entrambe e modalità di intervento. Grazie

_________________
Massimo M.

Massime cinesi:
Ci sono soltanto due uomini perfetti: uno è morto e l'altro non è mai nato.
Nel folto della giungla possono essere celate splendide orchidee, sotto un tetto di paglia un futuro monarca
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Orchidipartite Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e

Ricerca personalizzata


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.222